Il traguardo raggiunto ieri nell’aula magna di Palazzo Belgrano, con la discussione di una parte delle tesi del master di primo livello diretto dal professor Gabriele Finco. Presenti per l’occasione il rettore Francesco Mola, l’assessore regionale alla sanità Carlo Doria, l’assessora comunale alle politiche sociali, benessere e famiglia Viviana Lantini, il presidente della società italiana cure palliative Gino Gobber e, per l’Aou, la direttrice generale Chiara Seazzu e il direttore sanitario Giancarlo Angioni
03 February 2023
Master di primo livello dell'Università di Cagliari

Il Master in “Cure palliative e terapia del dolore” è organizzato dal Dipartimento di Scienze mediche e Sanità pubblica di UniCa in collaborazione con la Regione Sardegna

Il corso di studi, della durata di 12 mesi, ha dovuto subire un rallentamento a causa della pandemia, con l’interruzione forzata del periodo di tirocinio, ma al termine è riuscito a formare ben 27 nuovi professionisti sanitari con competenze specifiche e interdisciplinari nel campo delle cure palliative e della terapia del dolore. La preparazione fornita dal master permette infatti di gestire strategie assistenziali globali e interprofessionali mirate a preservare la miglior qualità di vita possibile a persone con patologie dolorose croniche e all’assistenza di malati affetti da patologie per le quali non esistono ancora terapie risolutive.

Cagliari, 2 febbraio 2023 - Discussione tesi Master in Cure palliative e terapia del dolore
Cagliari, 2 febbraio 2023 - Discussione tesi Master in Cure palliative e terapia del dolore

“Siamo molto soddisfatti per i ragazzi e le ragazze che oggi terminano il loro percorso - ha detto il rettore di UniCa, Francesco Mola - e che hanno scelto una professione di enorme importanza per i malati e per coloro che se ne prendono cura"

Il master - rivolto a laureati nelle professioni sanitarie Infermieristica, Infermieristica pediatrica, Fisioterapia, Terapia occupazionale – è nato per formare figure professionali di cui c’è carenza nel territorio regionale sardo. I nuovi specialisti potranno svolgere da subito la loro attività assistenziale nelle strutture sanitarie pubbliche o private, nelle organizzazioni senza scopo di lucro che operano nella rete per le cure palliative e per la terapia del dolore, nonché nell’ambito delle equipe di cure palliative domiciliari previste dalla Legge 38/2010. Questo grazie alle competenze, generali e specifiche, acquisite sulla diagnosi e trattamento del dolore, compresa la conoscenza degli aspetti psicologici che caratterizzano le esperienze di dolore cronico e di fine vita.

Oltre al rettore hanno portato i saluti l’assessore regionale alla Sanità, Carlo Doria, e il professor Gino Gobber (Trento), presidente della società italiana cure palliative. “Nella mia professione di medico – ha spiegato Doria – mi sono occupato di cure palliative cercando sempre di trasmettere a collaboratori e colleghi l'importanza primaria di garantire ai pazienti un percorso di dignità”.

A destra Carlo Doria durante il suo saluto. Al centro del tavolo il rettore Mola
A destra Carlo Doria durante il suo saluto. Al centro del tavolo il rettore Mola

Il corso è diretto dal professor Gabriele Finco, ordinario di Anestesiologia, medicina intensiva e terapia del dolore, nonché direttore della Scuola di specializzazione in Anestesiologia, terapia intensiva e terapia del dolore, direttore dell'Unità operativa complessa di Anestesia e terapia Intensiva dell’Aou, presidente dell’Associazione italiana per lo studio del dolore (Aisd).

In questa sessione hanno conseguito il Master in Cure palliative e terapia del dolore i dottori: Michela Caboni, Carla Cacciarru, Luca Calia Maria Adriana Ilva Cannas, Stefano Cariello Musso, Tiziana Congiu, Maria Antonietta Fenu,Giulia Gabriellini, Emilia Garifo, Santa Giuffrida, Luigi Giacomo Loi,Francesca Marci, Fabiana Melis, Chiara Montonati, Sonia Pintus, Lidia Pirastu, Paola Piroddi, Marisa Pittau, Stefano Planta, Stefania Poddighe, Raffaele Secci, Ilenia Servetti, Sergio Siddi, Emanuela Soddu, Valentina Tocco, Barbara Tondo, Cesare Valorosi.

 

(ic)

Un altro momento della mattinata nell'aula magna del rettorato. Al centro del tavolo il professor Finco
Un altro momento della mattinata nell'aula magna del rettorato. Al centro del tavolo il professor Finco

RASSEGNA STAMPA

Università. Master
CURE PALLIATIVE, FORMATI 27 SPECIALISTI

Si è concluso il primo master dell'università in cure palliative e terapia del dolore organizzato dal dipartimento di Scienze mediche e Sanità pubblica in collaborazione con la Regione. Sono stati formati 27 nuovi professionisti sanitari con competenze specifiche e interdisciplinari. La preparazione fornita dal master permette infatti di gestire strategie assistenziali globali e interprofessionali mirate a preservare la miglior qualità di vita possibile a persone con patologie dolorose croniche e all'assistenza di malati affetti da patologie per le quali non esistono ancora terapie risolutive. Rivolto a laureati in Infermieristica, Infermieristica pediatrica, Fisioterapia, Terapia occupazionale, il master è nato per formare figure professionali di cui c'è carenza nel territorio regionale. I nuovi specialisti potranno svolgere da subito la loro attività nelle strutture sanitarie, nelle organizzazioni senza scopo di lucro che operano nella rete per le cure palliative e per la terapia del dolore, e nelle equipe di cure palliative domiciliari.

L'UNIONE SARDA di lunedì 6 febbraio 2023 / Pagina 13 - Cagliari
L'UNIONE SARDA di lunedì 6 febbraio 2023 / Pagina 13 - Cagliari

Links

Last news

05 July 2023

CYBERCHALLENGE.IT 2023. L’Università di Cagliari alla finale nazionale

La squadra del Diee di UniCa, formata da Emmanuele Massidda, Lorenzo Corrias, Massimo Sanna, Christian Scano, Davide Sechi e Nicholas Meli, ha partecipato al contest conclusivo del CyberChallenge, disputato la scorsa settimana a Torino. In testa a metà gara, il team studentesco - allenato dal professor Davide Maiorca (docente del dipartimento di Ingegneria elettrica ed elettronica) e dalla sua vice, Sofia Tocco (studentessa del corso di laurea in Informatica) - al termine della competizione ha conquistato un lusinghiero quinto posto, risultando l’unico ateneo del sud e isole fra le prime dieci università Italiane

Questionnaire and social

Share on:
Impostazioni cookie